Il tuo primo Natale, casa a prova di bambino! La rivalsa delle palline di Natale “di dietro”.

Il tuo primo Natale

Natale è arrivato, il tuo primo Natale, e sarà speciale!

In casa nostra quest’anno, per la prima volta, è arrivato a Novembre. Sì, avete letto bene, a Novembre. Questo perchè, per la prima volta abbiamo dovuto sistemare casa a prova di bambino!

Il tuo primo Natale

Perchè con Margherita per casa abbiamo voglia di Natale, ma gattonando e arrampicandosi ovunque abbiamo voluto mettere in sicurezza il nostro albero! Anzi, il nostro albero quest’anno è rimasto in cantina.

Infatti, noi abbiamo un albero (finto) ma abbastanza grande, che avrebbe tolto molto posto al gattonamento di Margherita, inoltre adesso in sala abbiamo anche un box e un seggiolone! Dovevamo trovare il giusto compromesso!

Inoltre volevamo far in modo che Margherita non si aggrappasse all’albero (quante scene disastrose ci sono passate per la testa!).

Tutto questo ha portato a fare un’albero più piccolo, e farlo “sopra-elevato”. Lo abbiamo messo cioè sopra un mobile-panchina che abbiamo appena si entra in casa, e delimitato con delle simpatiche scatole a forma di casetta! Grazie a queste cose Margherita per ora ha ignorato l’albero.

Anche perchè le piacciono le lucine quando è acceso, ma quando è spento vivono bene lontani. C’è l’albero e c’è lei che ha il controllo di tutto il resto in casa, tranne l’albero. E questo è il loro equilibrio perfetto. In sintesi, lo ignora, non gli piace molto, specie se spento!

E inoltre, abbiamo chiamato questo anno, l’anno della rivalsa delle palline di dietro! Questo concetto è molto semplice e noto: tutti hanno delle palline di Natale preferite o più belle che vengono messe nella parte di albero visibile in casa. Di dietro all’albero però è tutta un’altra storia! Innanzi tutto ci sono molte meno palline, e quelle poche ci sono sono anche le più bruttine (almeno per noi), quelle che fanno comparsa insomma, ma non sono le protagoniste! Ecco quest’anno, nel nostro albero, le palline principali sono le comparse, sono quelle che di solo sono gli “scarti”. Questo per il semplice motivo che abbiamo messo nell’albero solo quelle palline che non fanno male e non si rompono nel caso di caduta “accidentale” dell’albero di Natale. Quindi sono rimaste in scatola tutte le mie palline preferite in vetro, quelle con dei componenti che potevano far male in casa di caduta ecc… sono rimaste quindi le palline in carta, alcune in stoffa e le mie mollette! Insomma le nostre palline da “dietro l’albero”, quest’anno è stata la loro rivalsa!

E siccome l’albero fatto è più piccolo, abbiamo fatto 2 alberi! Sì due! Uno è fuori in terrazza non addobbato, ma solo illuminato con un fascio di luci color ghiaccio! Questo albero si va ad unire ad una renna luminosa che avevamo comprato lo scorso anno (come potete vedere nell’immagine iniziale di questo articolo). Sempre più nel quartiere si addobba anche le terrazze, con luci e colori! E questa usanza a me piace molto!

Il tuo primo Natale

Chiaramente non possono mancare decorazioni sparse per casa, ma chiaramente tutte in alto, quindi molti addobbi che solitamente mettevo sono rimasti sempre nelle scatole! Ecco come una lampada ospita la calza personalizzata di Margherita e i nostri cappelli da babbo Natale (quello viola non può mai mancare!):

Anche il presepe è stato fortemente accorciato e rivisto! Tanti animali e tanti mulini e ambientazioni non hanno trovato spazio quest’anno! Anche perchè il rischio che un personaggio o una pecorella finisse in mano di Margherita era davvero alto! Quindi abbiamo ripensato a dove fare il presepe, chiaramente vietato il pavimento dove avevamo fatto il presepe durante il nostro primo Natale a casa nostra, e vietato anche un mobiletto basso! Abbiamo quindi vuotato la libreria del salotto e abbiamo sistemato la nostra capannuccia, peronaggi, qualche palma e qualche cammello, proprio in sala, sulla libreria! Purtroppo non avevamo delle lucine a pile, e quindi per quest’anno il presepe è rimasto senza luci… però il risultato ci piace davvero molto! Che ne dite?

Infine il calendario dell’avvento! Perchè noi abbiamo quello con i cioccolati, ma non andava bene per Margherita.

Per lei abbiamo optato per un calendario dell’avvento con tanti piccoli libricini, uno per ogni giorno. Ogni libretto contiene 4 pagine, ed un tema dedicato! Per adesso, che abbiamo aperti i primi, abbiamo trovato il tema degli animali selvatici, degli animali di fattoria, della torta di Natale, della realizzazione dell’albero (l’8 dicembre) ecc… Certo ancora Margherita non apprezza ancora la storia, ma ci piace leggerle libri e favole e questi sono davvero carini, specialmente perchè potremo riutilizzarlo anche nei prossimi anni

Il tuo primo Natale

Chiudiamo con a foto della nostra lampada luminosa dove mettiamo, per ogni evenienza, una scritta ad hoc:

Il tuo primo Natale

Lascia un commento